Cassazione civile sez. lav. 03 novembre 2014 n. 23381

LAVORO SUBORDINATO (Contratto particolare) – Assunzione in prova – in genere

L’Amministrazione datrice, nel procedere all’assunzione a tempo indeterminato del lavoratore, dopo che il medesimo era stato in precedenza assunto dalla stessa Amministrazione a tempo determinato (sei mesi), con un periodo di prova di quindici giorni e con le medesime funzioni (Comandante del Corpo di Polizia Municipale), può legittimamente apporre il patto di prova di sei mesi previsto dal CCNL Comparto Regioni ed Autonomie locali, allorquando la reiterazione della prova sia necessaria per valutare complessivamente non solo le capacità professionali del lavoratore, ma anche le reali capacità organizzative, propositive, di direzione e coordinamento del lavoratore.

Rispondi