Divieto di concorrenza e comportamenti extralavorativi

LAVORO SUBORDINATO (Rapporto di) – Diritti e doveri delle parti – fedeltà, divieto di concorrenza – Contenuto – Integrazione con i principi di correttezza e buona fede – Necessità – Comportamenti extralavorativi – Rilevanza.

L’obbligo di fedeltà a carico del lavoratore subordinato, sancito dall’art. 2105 cod. civ., va integrato in relazione agli artt. 1175 e 1375 cod. civ., sicché il lavoratore anche nei comportamenti extralavorativi deve attenersi ai principi di correttezza e buona fede, sì da non danneggiare il datore di lavoro.

THUMBNAIL_IMAGE

Per saperne di più:

Divieto di concorrenza per il collaboratore d’impresa

Collana: Lavoratori e Imprese

Copyright © 05/2015 Roberto Colantonio

ISBN-13: 978-1512059687

ISBN-10:1512059684

Ebook Kindle: euro 5

Divieto di concorrenza su Amazon.it

Posted by

Abilitazione alla professione di Avvocato 2002. Iscritto all’Albo Avvocati – Ordine di Napoli – dal 17 dicembre 2002. Iscritto all'Albo Speciale degli Avvocati Cassazionisti, dal 22 gennaio 2016 Membro della Commissione Atti Atipici e Nuove fattispecie negoziali dell'Ordine degli Avvocati di Napoli, dal 5.07.2016 Focus area: Diritto civile, diritto commerciale, diritto del lavoro, Intellectual Property Rights. Art Law. Contrattualistica e contenzioso giudiziale. Lingue: Italiano, Inglese Studio Legale Colantonio via Michelangelo Schipa n. 59 80122 Napoli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.