Manuale di autodifesa del lavoratore nero 2

… dopo la pubblicazione di “Arte condivisa” una galleria napoletana tentò un’operazione di locazione di opere d’arte. Ora, a distanza di più di un anno dalla pubblicazione del mio “lavorare in nero. Breve manuale di autodifesa del lavoratore irregolare”, che ha avuto una sua risonanza sui media e su internet, sempre a Napoli, viene presentato, anonimamente, “50 sfumature di lavoro nero. Manuale di autodifesa del lavoratore nero”. Si può anche continuare a credere nelle coincidenze e che in poche centinaia di metri in linea d’aria si ammassino le stesse idee per condivisione telepatica; intanto, come nel primo caso, la notizia finisce per gratificarmi. Scriveva Sandulli che l’imitazione non può superare l’originale e che in effetti è una sorta di omaggio. Di certo non avrei mai pensato di trovarmi affiancato a Mr. Grey in una qualsiasi situazione.

L’originale 1

cropped-lavoronero_cover.jpg

L’originale 2

Una sintesi?

 

Rispondi