Archivio mensile:luglio 2016

260.000 minori in nero (stima)

Nell’approfondimento di stasera (29.07.2016) su Rai Due lo speciale sul lavoro minorile in Italia. Save the Children stima che siano almeno 260.000 i minori che lavorano in nero nel nostro Paese.

www.allarmeinfanzia.it

http://www.iemmedizioni.it/wp/lavorare-in-nero-roberto-colantonio/

 

Art sponsor sul sito di Iemme Edizioni

Art Sponsor” / Roberto Colantonio

9788897776871È più facile convincere 10 mila persone o una sola?

Il bene comune è tornato al centro della partecipazione del cittadino in una società impersonale, liquida. Per aziende e studi professionali la sponsorizzazione diretta dell’arte è motivo di prestigio. Il ritorno di immagine che ricevono dall’abbinamento della loro attività e dei loro valori d’impresa alle opere d’arte che finanziano va molto al di là del semplice incremento di vendite e clientela. Le partite Iva diventano protagoniste e gestiscono direttamente la loro promozione e pubblicità, tramite le forme contrattuali della sponsorizzazione, dell’endorsement, del contratto d’Opera, del testimonial e del bartering. La sponsorizzazione privata dell’Arte dà vantaggi d’immagine, economici e fiscali. Lontani dalla procedura burocratizzata del mecenatismo pubblico e della sponsorizzazione culturale, i contratti di Art Sponsor, per la loro atipicità, riescono a incontrare le esigenze delle parti: lo Sponsor e l’Artista. Contratti bilaterali, onerosi e a prestazioni corrispettive, come nei modelli presentati. Perché tutti devono guadagnarci nell’Art Sponsor. Un’impresa libera che vuole finalmente dire la sua, non solo a livello di produzione e commercializzazione. L’Artista che trova nelle pareti vuote di un ufficio, uno studio, un negozio, una fabbrica, il luogo per la sua realizzazione, artistica ed economica. È la Sharing Economy. L’Art Sharing e la sua idea di base: la condivisione. Con la libertà di scelte che comporta.

> leggi un estratto


Roberto Colantonio
Art Sponsor

prefazioni di Ernesto Esposito e Alessandro Formisano
formato 13,5×20 cm. | brossura
isbn 9788897776871 | pagg. 96 | euro 9,90
target: galleristi, artisti, mercanti d’arte, agenti, collezionisti, appassionati d’arte,
sostenibilità e sviluppo socio-economico, nuove professioni, studenti, insegnanti, professori, critici e giornalisti d’arte

Commissione Atti Atipici

Con delibera del 5.07.2016 dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, sono stato designato componente della Commissione Contratti Atipici e Nuove Fattispecie Negoziali, un settore che mi è particolarmente caro.

Ringrazio vivamente il Presidente, Avv. Armando Rossi, il Consiglio tutto e il Coordinatore Avv. Paolo Maggi.

Roberto Colantonio

 

 

le società casseforti

“È legittima la costituzione di società semplici «cassaforte», cioè il cui oggetto sociale consista nel semplice godimento dei beni (mobili e immobili) di cui la società venga a essere titolare. È la conclusione cui giungono due Studi, di recente diffusi dal Consiglio nazionale del Notariato (n. 69-2016/I e n. 73-2016/I);”

Fonte, il Sole 24 ore. Articolo di Angelo Busani.  

Il rischio di causa effettivo nelle cause lavoro

Su Repubblica, articolo di Eugenio Occorsio, il giurista Natalino Irto ribadisce l’opportunità di un preventivo sul rischio di causa effettivo nelle cause lavoro.  

cit. «La professione e il dovere dell’avvocato consistono anche nel “calcolare” l’esito della causa. È forse immaginabile che, accanto all’avvocato, vi possa essere un’altra figura, un “esperto di calcolabilità”, capace di misurare, in base ai criteri tradizionali e a indici statistici, il grado di prevedibilità di una causa o di altro affare legale».

Domande, queste, che da sempre vengono poste dai Clienti agli avvocati giuslavoristi ma che in molti casi meriterebbero una risposta più esauriente e circostanziata. è lo stesso Cliente a volte a sottovalutare il problema, interpellando un legale solo dopo aver fatto adottare un provvedimento disciplinare e-o di licenziamento dalle sue risorse interne.

“Colori d’Africa”, di Franco Riccardo

“Colori d’Africa”

Arte contemporanea Africana

A cura di Franco Riccardo

Giovedì 7 Luglio alle ore 18.00 presso gli uffici dei Private Banker della sede Fideuram di Piazza dei Martiri, sarà inaugurata “COLORI D’AFRICA” arte contemporanea Africana, 6 artisti di cinque paesi dell’Africa subsahariana, George Lilanga (Tanzania), Esther Mahlangu (Sudafrica), Efiambelo (Madacascar), Eloi Lokussou (Benin), Weya (Zimbabwe), Margaret Majo (Zimbabwe).

Margaret Majo, sarà presente alla inaugurazione.

Dopo la mostra del maestro Di Fiore il programma di esposizione presso la Fideuram Banker si arricchisce con una collettiva di artisti africani contemporanei tra i più importanti della scena internazionale.

Colori d’Africa

La collaborazione tra il Gallerista curatore Franco Riccardo e la Fondazione Sarenco, già nel 2006 proposero nel Castel dell’Ovo di Napoli la più importante collettiva di arte Africana Contemporanea:

“Hic sunt leones”. “Colori d’Africa” è una selezione di sei artisti di cinque paesi dell’Africa nera, nell’ottima presentazione di Simona Zamparelli vi riportiamo questo breve ma significativo passaggio.

“”” il pensiero Africano non è mai stato egocentrico, si è sempre mosso dal senso dell’altro che sia natura, che sia un simile o uno straniero, un pensiero che non è riuscito ad Occidentalizzarsi del tutto, parte dalle relazione del vivere salvaguardando ogni vita dalla mera mercificazione della materia-oggetto. Ma cosa è l’arte se non mettere in relazione le diverse realtà aprendosi al mondo uscendo dagli spazi usuali per creare interazioni socio-culturali o di semplice intrattenimento costruttivo.”””

Giovedì 7 Luglio ore 18,00 dal 8 luglio al 24 settembre 2016, orari dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18.00