Skip to content

Categoria: infortunistica

Rimborso delle spese mediche del lavoratore

Il provvedimento amministrativo che riconosce la dipendenza da causa di servizio dell’infermità ha carattere non costitutivo ma meramente ricognitivo della infermità e della sua dipendenza causale. La disciplina relativa alle spese sostenute dal lavoratore pubblico per la cura delle infermità riconosciute dipendenti da causa si servizio è quella vigente alla data di insorgenza della infermità. Cassazione 2018 Richiedici la sentenza per email

Cassazione civile sez. lav. 20 ottobre 2014 n. 22154

In tema di infortunio in itinere, l’uso del mezzo proprio, con l’assunzione degli ingenti rischi connessi alla circolazione stradale, deve essere valutato con adeguato rigore, tenuto conto che il mezzo di trasporto pubblico costituisce lo strumento normale per la mobilità delle persone e comporta il grado minimo di esposizione al rischio di incidenti (esclusa, nella specie, l’indennizzabilità dell’infortunio occorso al lavoratore che con mezzo proprio si era recato al lavoro, atteso che era emerso che tra l’abitazione e il luogo di lavoro vi era la distanza di 900 metri e… Read more Cassazione civile sez. lav. 20 ottobre 2014 n. 22154

Cassazione civile sez. lav. 02 ottobre 2014 n. 20882

LAVORO SUBORDINATO, PREVIDENZA E INFORTUNISTICA (Reati in materia di) – Prestazioni previdenziali – omesso versamento di contributi Massima La mancata presentazione del modello DM/10 (recante la dettagliata indicazione dei contributi previdenziali da versare) configura la fattispecie della “evasione” e non già della semplice “omissione” contributiva ricadente nella previsione della legge n. 662 del 1996, art. 1, comma 217, Jett. B), che commina una sanzione una tantum, il cui pagamento (alla stregua della modifica apportata al richiamato comma 217, dall’art. 59, comma 22, della legge n. 449 del 1997) può essere… Read more Cassazione civile sez. lav. 02 ottobre 2014 n. 20882

LAVORO SUBORDINATO, PREVIDENZA E INFORTUNISTICA (Reati in materia di) – Collocamento al lavoro

Cassazione civile sez. lav.  25 settembre 2014 n. 20233   Parti   Min. Lavoro  C.  Exprivia S.p.A. Le violazioni relative all’omessa o tardiva comunicazione di assunzione nel rapporto di lavoro hanno carattere sostanziale e non formale, in quanto le norme ivi sanzionate attengono all’esercizio da parte dell’Amministrazione della funzione di controllo del lavoro, tipica della normativa in materia di collocamento e di regolazione dell’assunzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: